Servizio energia e gas

Contratto fornitura gas: tutto quello che devi sapere prima di sottoscriverlo

Considerando l’impatto che potrebbe avere sul bilancio familiare, sono molti gli aspetti che dovresti valutare prima di sottoscrivere un nuovo contratto di fornitura del gas. Il mercato libero offre diverse alternative ed è finalmente possibile trovare l’offerta che meglio si adatti alle tue abitudini di consumo.

Ma è proprio quando le scelte sono molteplici che i dubbi ti assalgono, poiché anche le possibilità di sbagliare aumentano. E questo significa che potresti ritrovarti con una bolletta ingestibile, difficile da sostenere.

Spetta solo a te prendere la decisione finale e stipulare il contratto che ritieni più idoneo a soddisfare le tue necessità. Ma non lasciare che sia una preferenza dettata dall’emotività. Prenditi il tempo necessario. Dai un’occhiata ai fattori che dovresti considerare prima di sottoscrivere un contratto di fornitura del gas. Fai una scelta ponderata e consapevole.

 

Cosa tenere d’occhio in un contratto di fornitura gas

 

Quando devi attivare un nuovo contratto per il gas, la scelta migliore è guardarti un po’ attorno e studiare in autonomia le proposte dei fornitori che operano nella tua zona. Naviga sui siti delle imprese fornitrici che ti interessano e osserva i dettagli delle loro offerte. Questa attività richiederà del tempo, ma ti consentirà di farti una prima idea di ciò che per te può essere più conveniente, in base ai tuoi bisogni.

In questo approfondimento puoi trovare spunti e consigli per orientarti meglio tra le varie proposte di mercato: contratto luce e gas, come sottoscrivere quello più vantaggioso. Una volta individuata la formula che fa al caso tuo, contatta il servizio clienti dei fornitori che stai prendendo in considerazione. In genere i centralini sono accessibili tramite un numero verde: gli operatori sapranno darti ulteriori informazioni per procedere con la pratica di attivazione di una fornitura gas.

 

Contratto fornitura gas: allegati e informazioni essenziali

 

Prima di sottoscrivere il contratto con un nuovo fornitore di gas, prendi in considerazione questi approcci e osserva ogni dettaglio. Ecco a cosa prestare attenzione:

  • l’identificazione del fornitore deve essere chiara e univoca, perché devi sapere con sicurezza con quale società stai stipulando un contratto;
  • seleziona la modalità di contratto con cui ti senti più a tuo agio. Puoi procedere parlando direttamente con un agente e firmare un contratto su carta, inviare via e-mail un contratto digitale firmato o attivare una nuova fornitura gas al telefono, con una chiamata registrata dal call center del servizio clienti. È importante che tu scelga un approccio che ti permetta di avere accesso alle informazioni in modo che per te siano più chiare. Tieni conto anche delle tempistiche di un eventuale recesso, poiché cambiano a seconda della modalità di contratto scelta;
  • leggi con attenzione le condizioni contrattuali dell’offerta, che devono essere dettagliate e non devono tralasciare nessun aspetto;
  • valuta le tempistiche e i costi relativi alla gestione della pratica di cambio fornitore, devi essere consapevole di quanto tempo ci vorrà a passare al nuovo contratto gas e a quali spese dovrai far fronte;
  • assieme a una copia del contratto devi ricevere una scheda di confrontabilità della spesa, che ti permetterà di confrontare i prezzi con quelli dell’ARERA. Inoltre, riceverai una nota informativa, con gli obblighi d’informazione stabiliti dal Codice di condotta commerciale, e il sunto delle verifiche che dovresti effettuare prima di cambiare operatore.

 

 

Le voci contrattuali da controllare nel nuovo contratto gas

 

È importantissimo che tu legga attentamente il contratto, appena ne avrai una copia tra le mani. E prima di apporre la tua firma, o di dare il consenso a procedere a voce, durante la chiamata con il customer service, assicurati di aver compreso ogni clausola dell’accordo che stai stipulando.

Fai attenzione alle seguenti voci contrattuali:

  • generalità del sottoscrivente, recapiti e indirizzo di fornitura, di cui dovrai verificare la correttezza;
  • tipologia di contratto, che definisce se si tratta di un’utenza domestica o no, e se si tratta eventualmente di una seconda casa;
  • prezzo dei servizi inclusi nel contratto ed eventuali variazioni future;
  • elenco delle spese che saranno a tuo carico;
  • durata delle condizioni e tempistiche per una eventuale richiesta di recesso;
  • modalità e frequenza di misurazione dei consumi;
  • modalità e frequenza di ricezione della bolletta o degli addebiti sul conto corrente, in caso di domiciliazione bancaria;
  • metodi di pagamento ammessi;
  • conseguenze di eventuali ritardi nel pagamento, con specifiche su penali e more;
  • informazioni e canali di comunicazione per reclami e segnalazioni.

 

Ricordati che puoi esercitare il diritto di ripensamento. Ovvero, hai 14 giorni per annullare il contratto e tornare al tuo precedente fornitore. Usa questo tempo per accertarti di aver compreso ogni dettaglio e per verificare che sia tutto nero su bianco, proprio come proposto in fase di offerta.

 

Orientarsi attraverso le offerte di forniture del gas

 

Le opzioni di scelta presenti nel mercato libero sono molte. Districarti tra le numerose e roboanti promozioni non è facile. Per questo motivo la ricerca di un fornitore che proponga un’offerta gas adatta alle tue esigenze può richiedere tempo e impegno.

È importante che tu conosca già i tuoi consumi, in modo da poter sottoscrivere un contratto di fornitura del gas idoneo alle tue abitudini, senza pesare troppo sul budget familiare. Sai quali sono i fattori che possono influire di più sui tuoi consumi domestici? Scoprilo subito in questo approfondimento: quali fattori influenzano il consumo medio di gas in famiglia e come ridurre gli sprechi.

Puoi valutare anche l’idea di attivare un contratto dual fuel e unire in un’unica bolletta i consumi di corrente elettrica e gas. Potrebbe essere la soluzione che cerchi, quella giusta per ottenere vantaggi su tariffe e servizi offerti. Sicuramente cercherai il prezzo più conveniente della materia prima, ma ricorda di prendere sempre in considerazione anche altre voci contrattuali che influiranno sul servizio che riceverai e sui rapporti che ti legheranno al tuo fornitore. Ad esempio:

  • metodi e tempistiche di misurazione dei consumi;
  • trasparenza e chiarezza nelle comunicazioni;
  • comodità dei pagamenti digitali;
  • disponibilità ed efficienza di un servizio clienti preparato e sempre raggiungibile.

 

Questi sono alcuni aspetti essenziali per garantirti la serenità di un contratto senza sorprese. Quindi, non tralasciare nulla, perché un servizio scadente non lo paghi in bolletta, ma ha un prezzo psicologico notevole.

contratto-fornitura-gas-cosa-devi-sapere
Contratto fornitura gas: tutto quello che devi sapere

 

Assicurati di firmare un contratto gas chiaro e conveniente

 

Il tempo impiegato a cercare la proposta migliore per le tue esigenze energetiche è un grande investimento. D’altronde, trovare una proposta commerciale che ben si adatti ai tuoi bisogni significa ottenere una riduzione dei costi legati ai consumi.

Stipulare un contratto per la fornitura del gas con un fornitore serio, qualificato e affidabile, ti permette di risolvere serenamente qualsiasi tipo di dubbio o imprevisto. Dunque, non solo riduci le spese che minacciano la qualità della tua vita, ma hai la serenità di poter contare su un partner che lavora per garantirti sempre il miglior servizio.

Sinergy Luce e Gas è a tua disposizione per guidarti passo dopo passo. Contattaci senza alcun impegno, per avere maggiori informazioni e approfondire i dettagli delle nostre migliori offerte luce e gas. Parla con un nostro operatore esperto e competente. Siamo sicuri che insieme troveremo la soluzione su misura per le tue esigenze di consumo energetico.

Attiva ora
la tua fornitura
Bastano solo
2 minuti