Essere imprenditore

Social manager per una buona strategia aziendale

Il social manager, per una buona strategia aziendale, è una figura da non sottovalutare: ecco cos’è, quali strumenti utilizza e perché affidarsi a lui.

Saper usare correttamente i social network richiede formazione, competenze specifiche e continuo aggiornamento. Sono, d’altronde, veri e propri strumenti di marketing: sfruttare al meglio le potenzialità che offrono per la propria azienda è molto diverso dal gestire un profilo personale!

È vero, l’uso delle piattaforme social è gratuito, ma molto spesso riparare ai danni di una strategia sommaria diventa, alla fine, molto più dispendioso.

In questo articolo vedremo chi è il social media manager e perché affidarsi a lui per una buona strategia aziendale.

1. Social manager: cos’è

Cos’è il social manager? Il suo ruolo non sempre ha a che fare con il generare profitto in modo diretto: una buona strategia non è quella che vende il prodotto, ma quella che vende il marchio, trasmettendo un messaggio chiaro e rendendola riconoscibile per le sue peculiarità.

Per evitare di paragonare la gestione di un profilo personale con quella di un’azienda, è bene comprendere il lavoro che sta dietro a una buona pianificazione sui social. A livello generale, il social media manager si occupa di:

  • sviluppo del piano editoriale;
  • pubblicazione articoli e post in linea con il messaggio da trasmettere;
  • sviluppo relazioni digitali;
  • gestione reputazione aziendale online;
  • gestione campagne sponsorizzate (promuovere l’attività sui social tramite strumenti a pagamento);
  • monitoraggio dati.

Dietro a ogni scelta e ogni pubblicazione c’è, dunque, una strategia dettagliata e un’attenta pianificazione: nulla è lasciato al caso. La comunicazione d’impresa sui social network non è un gioco, da affidare a qualche parente nel tempo libero: se sfruttata nel modo giusto, può davvero dare ottimi frutti alla tua impresa.

2. Social manager: strumenti

Un social manager deve disporre degli strumenti e delle competenze adatte per gestire al meglio la comunicazione aziendale.

Come cercare il social media manager ideale in un mercato vasto come quello attuale? Il rischio di imbattersi in professionisti improvvisati o non adatti alle esigenze della tua azienda è, infatti, dietro l’angolo.

Ecco alcuni elementi fondamentali che è importante tenere in considerazione al momento della scelta:

  • esperienza. Valuta da quanti anni esercita la professione, quanti e quali progetti ha alle spalle, quali soluzioni ha per i tuoi problemi;
  • competenza. Il social manager ideale è aggiornato sugli strumenti adatti da utilizzare, ha una metodologia di lavoro chiara e trasparente, che saprà adattare alle tue esigenze. La regola universale, da applicare ugualmente a tutte le aziende, non esiste: chi ti propone qualcosa di simile non fa al caso tuo;
  • analisi dei dati. Diffida da chi ti dice soltanto che “i dati sono in crescita”. È importante concordare fin da subito delle scadenze con il social manager in questione, per analizzare insieme i report e l’andamento in un determinato periodo;
  • trasparenza. Non è detto che il social manager debba sapere tutto, anzi: spesso è supportato da persone con competenze specifiche (ad esempio per quanto riguarda la creazione di contenuti testuali, immagini, video o audio). Chiedigli, in totale trasparenza, se si avvale di un team o se agisce in completa autonomia, valutando se sia effettivamente un esperto in tutti i servizi che propone.

Quali risultati deve portare il social media manager? Ricorda che dovrai sempre giudicarlo non sulla quantità dei contatti ma sulla qualità.  I “mi piace” o i seguaci delle pagine si possono sempre comprare: averne tanti non serve a nulla se non sono interessati ai tuoi prodotti/servizi.

Meglio avere 100 persone in target che visitano il tuo sito, piuttosto che 1.000 fittizie, che nulla hanno a che fare con ciò che propone la tua azienda.

social-media-manager-per-strategia-aziendale
Social media manager: chi è e perché affidarsi a lui per una buona strategia aziendale

3. Social manager: corsi

Il social media manager può lavorare in un’agenzia di comunicazione o anche come freelance. Talvolta, soprattutto in imprese strutturate, può operare come social manager interno all’azienda.

Se vuoi approfondire le competenze necessarie e saper utilizzare gli strumenti giusti (per te o per qualcuno della tua azienda da formare) i corsi per social media manager non mancano di certo.

Su Internet se ne trovano molti, calibrati in base al livello di partenza degli iscritti. Per aiutarti a trovare il corso che fa per te, ecco un paio di consigli:

  • diffida dai (sedicenti) maghi del web. Come distinguerli? Fanno promesse mirabolanti, parlando di risultati certi e numeri da capogiro, ma tralasciando il focus vero e proprio: la pianificazione di una strategia adatta alla TUA impresa;
  • non scegliere “di pancia” ma con la testa. Il bello del web sta anche nella ricchezza di informazioni che vi puoi trovare: prima di farti illudere da false promesse, chiedi, informarti, verifica le competenze dei professionisti cui hai intenzione di affidarti. Controlla le recensioni degli utenti, chiedi opinioni a qualcuno che ha già frequentato il corso, guarda come lavorano (se offrono un corso per social media manager ma non aggiornano i loro profili da mesi…Houston, abbiamo un problema!).
persona che attiva un contratto

Attiva ora
la tua fornitura
Bastano solo
2 minuti