Mondo impresa

Lavoro di squadra: 3 azioni per trasformarlo in una leva di crescita aziendale

Il lavoro di squadra all’interno della propria azienda può essere l’arma vincente per raggiungere obiettivi sempre più ambiziosi. Unendo competenze diverse è possibile affrontare le sfide con successo, poiché è dal confronto tra prospettive differenti che nascono nuove idee e soluzioni innovative.

Ma non basta mettere nella stessa stanza i migliori collaboratori. Ciò che fa la differenza è la capacità di ognuno di rapportarsi con il gruppo. Dunque, saranno le strategie di team building, di un leader capace di mantenere la squadra di lavoro coesa, a dare il giusto impulso.

La collaborazione è più produttiva della competizione. Ecco perché diventa sempre più importante incentivare le relazioni positive sul lavoro, creando ambienti stimolanti e promuovendo modalità di comunicazione efficaci.

Se coltivare le relazioni umane sta alla base della coesione di un gruppo unito, i buoni rapporti tra i dipendenti non sono la garanzia che i risultati verranno raggiunti. Ecco 3 aspetti fondamentali che puoi implementare subito per iniziare a migliorare il lavoro di squadra nella tua azienda.

 

Come organizzare un team di lavoro

 

Ti sei circondato di professionisti di altissimo livello e ti aspetti che raggiungano presto e bene gli obiettivi prefissati. Ora spetta a te essere un vero leader, stimolare sinergie positive nel gruppo di lavoro e guidare i tuoi collaboratori verso la realizzazione dei progetti.

 

#1 Definisci obiettivi realisti e raggiungibili con il lavoro di squadra

 

Il fine ultimo di un progetto è fare un ottimo lavoro e fatturare, con grande soddisfazione del cliente e dell’azienda. Ma la strada verso il successo è costellata di obiettivi intermedi. Avere un unico grande obiettivo finale rischia di essere demotivante e dispersivo.

Ecco perché dovresti pianificare un calendario esecutivo con degli step chiari da raggiungere. In questo modo, puoi organizzare il lavoro dei collaboratori affinché tutti si sentano parte del processo produttivo.

Avere le idee chiare su quali siano le tappe che il gruppo deve raggiungere aiuta a motivare i componenti del team, oltre che a mantenere il focus su cosa c’è da fare concretamente, passo dopo passo.

 

#2 Distribuisci le aree di competenza e suddividi i compiti

 

Un lavoro di squadra eterogeneo significa creare le condizioni in cui sia possibile confrontarsi con persone che hanno un background diverso, un modo di pensare differente e competenze complementari.

Un buon leader è capace di gestire il team di lavoro tenendo presenti le attitudini personali di ogni membro del gruppo. Solo così è possibile assegnare le responsabilità che maggiormente faranno emergere le abilità del singolo. Quando le persone lavorano in un gruppo ben assortito, possono crearsi sinergie tali da consentire i più elevati standard di produttività.

 

Team working

 

#3 Fai un check periodico dei risultati ottenuti

 

I progetti professionali più onerosi e complessi richiedono un impegno di mesi per raggiungere gli obiettivi prefissati. Meglio non aspettare di arrivare alla fine di tutto il percorso per scoprire se qualcosa, durante il lungo processo esecutivo, poteva essere gestito meglio. Per questo motivo, dopo aver definito tutti gli obiettivi intermedi, che porteranno al raggiungimento del successo finale, è bene programmare dei controlli periodici.

Sarà possibile valutare l’andamento del lavoro in ogni sua singola fase, studiare soluzioni alternative in caso di imprevisti o implementare delle aree di particolare successo. Lavorare in gruppo significa anche riconoscere i propri limiti e rinunciare alle strategie meno efficaci, per investire tutti assieme in risorse più proficue.

 

I vantaggi del lavoro di squadra

 

Essere il leader di un team di lavoro comporta grandi responsabilità, ma permette di riscuotere anche numerosi successi e godere di altrettante soddisfazioni. I benefici di un’azione di team working efficace sono davvero numerosi:

  • riduzione dei tempi necessari a raggiungere un obiettivo, perché la capacità di lavorare in team massimizza e velocizza la produttività;
  • suddivisione chiara dei compiti, poiché ogni membro del gruppo sa con precisione quali sono le sue mansioni e con chi deve rapportarsi;
  • minor carico di responsabilità individuali e condivisione dei fallimenti, che si traduce in meno stress e, di conseguenza, nel miglioramento delle prestazioni professionali;
  • semplificazione dei problemi, grazie al contributo coeso di tutti, ognuno con le proprie risorse complementari a cui attingere;
  • raggiungere obiettivi più ambiziosi, perché poter fare affidamento sulla gestione di un team affiatato e produttivo permette di pensare in grande e rende sostenibile qualsiasi sfida.

 

Il lavoro di squadra organizzato ed efficiente è sempre orientato alla crescita ed è fondamentale per la buona riuscita dei progetti aziendali. Tuttavia, dovrai ricercare specifiche competenze nelle persone che sceglierai. Tra le principali troviamo:

  • comunicazione positiva;
  • capacità di ascolto;
  • capacità di persuasione;
  • gestione positiva dei conflitti;
  • affidabilità e autonomia;
  • gestione dello stress;
  • abilità nel problem solving.

 

Una volta creato il gruppo dovrai lavorare sui processi di team building e fare in modo che si creino cooperazioni spontanee e proficue tra i tuoi collaboratori. Non basta essere un capo, meglio essere un leader, per trascinare gli altri con il proprio esempio e diventare un punto di riferimento per tutti.

 

Porta il lavoro di squadra in azienda a un altro livello

 

Il lavoro di squadra richiede impegno. È necessario comprendere i punti di forza delle persone con cui collabori e costruire solide relazioni. Può essere faticoso. Ma lo sforzo porta sempre a ottimi risultati, grazie a un maggiore coinvolgimento, che incrementa la motivazione e la produttività. Sono tutti fattori fondamentali che contribuisco alla crescita dell’azienda sul lungo periodo.

Un altro effetto positivo delle tue iniziative di team working è lo sviluppo delle capacità necessarie ad affrontare le problematiche durante il lavoro. Riducendo gli attriti, è possibile trovare soluzioni rapide e funzionali per raggiungere gli obiettivi prefissati. Se vuoi approfondire, ecco 5 approcci vincenti per ottimizzare i processi di problem solving in azienda.

persona che attiva un contratto

Attiva ora
la tua fornitura
Bastano solo
2 minuti