Sport

Ginnastica in acqua: esercizi e benefici per il tuo corpo

Sai che l’esercizio fisico regolare è importante per la tua salute. Eppure, stai lottando perché la palestra o la corsa non sono attività che fanno per te. Se cerchi un’alternativa più stimolante per restare in forma e sentirti meglio, la ginnastica in acqua è perfetta.

L’esercizio acquatico è infatti un ottimo allenamento e un modo divertente per concentrarti sulla salute del tuo corpo. La resistenza dell’acqua, durante l’attività aerobica, tonifica i muscoli e consente di migliorarne resistenza, tonicità, elasticità e forza. Inoltre, il contesto in cui puoi immergerti è più rilassante, quasi terapeutico.

D’inverno poi, puoi allenarti all’interno di una piscina coperta e riscaldata, mentre negli afosi mesi estivi puoi bruciare calorie immerso nell’acqua rinfrescante. Insomma, come vedi, i motivi per tuffarti nell’esercizio acquatico non mancano. Ecco uno sguardo sui benefici che puoi trarne.

I vantaggi della ginnastica in acqua

 

Svolgere gli esercizi in acqua sembra più semplice, perché l’acqua rende i corpi leggeri, ma la resistenza che genera porta i muscoli a svolgere un lavoro molto intenso. È una delle attività di fitness maggiormente apprezzate, sia per l’alto tasso di divertimento che per la soddisfazione nel vedere i primi risultati già dopo le prime sedute. Infatti, il costante massaggio dell’acqua contribuisce fin da subito a rendere più tonica e levigata la pelle.

Ma i benefici non finiscono qui, sono davvero numerosi, a partire dal potenziamento del tono muscolare fino al miglioramento dell’equilibrio e della postura, vediamoli insieme.

#1 La resistenza dell’acqua rende l’allenamento più efficace e piacevole

I movimenti di un corpo immerso nell’acqua incontrano una resistenza 12 volte superiore rispetto a quella dell’aria. L’effetto tonificante è maggiore e rapido. Mentre ti diverti, bruci più calorie rispetto allo stesso allenamento a secco. Ma svolgere attività fisica in acqua porta anche a un miglioramento del tono dell’umore, perché facilita la produzione di endorfine. Sei più sereno e soddisfatto.

#2 Preserva la salute delle articolazioni

Quando ti senti in sovrappeso e inizi ad allenarti, le gambe possono risentirne, poiché devono sostenere un corpo più pesante in attività sotto sforzo. Dunque, l’allenamento in acqua è consigliato soprattutto per chi ha qualche chilo in eccesso: puoi allenarti senza rischi, e l’impatto sulle articolazioni delle ginocchia è minimo. Inoltre, migliora la postura e favorisce la capacità di equilibrio.

#3 La ginnastica in acqua mette in moto il tuo corpo

Il training acquatico aiuta a combattere la ritenzione idrica e la cellulite, perché favorisce lo scambio di liquidi. Il tuo corpo sarà più armonioso e reattivo in poche sedute. Non dovrai sentire la fastidiosa sensazione provocata dall’acido lattico che, di solito, è una sentenza quando svolgi attività fisiche tradizionali.

#4 Fa bene al cuore

Un altro aspetto fantastico della ginnastica in acqua è che la resistenza fornita dall’acqua, combinata con movimenti rapidi, mantiene il cuore in allenamento senza sforzi eccessivi. Questo significa che lo stai esercitando e, proprio come qualsiasi altro muscolo, più alleni il tuo cuore, più forte diventa. Dunque, gli esercizi in acqua, come l’acquagym, aiutano il sistema cardiovascolare e riducono l’ipertensione.

#5 Agisce sul metabolismo

Quando un corpo è immerso in acqua si verifica un abbassamento della temperatura corporea. L’organismo è quindi costretto a produrre più calorie, prelevate dal tessuto adiposo. Non solo, all’accelerazione del metabolismo corrisponde l’innalzamento dell’attività aerobica, con un conseguente miglioramento della forma fisica.

Ginnastica in acqua
La ginnastica in acqua è stimolante e ti mantiene in salute

Training in acqua: qualche esercizio che potresti provare

 

Sono molte le attività proposte in piscina: Acquagym, Spinning, Acquapole gym, Acquatone, ma non è obbligatorio iscriverti a uno di questi corsi. Certo, è consigliato, perché hai un istruttore che ti guida e ti consiglia, ma puoi anche svolgere i tuoi esercizi in autonomia, se sai come fare.

Di seguito trovi un esempio di circuito da adattare al tuo stato iniziale di allenamento. Ogni esercizio tonifica e va a lavorare su una parte specifica del corpo. L’ideale sarebbe ripeterlo 2 o 3 volte di seguito, con 1 minuto di camminata sempre in acqua, tra una serie e l’altra. Ogni esercizio andrebbe ripetuto 15 volte, e tra un esercizio e l’altro è meglio concedersi una pausa di almeno 20 secondi.

  • Riscaldamento – inizia con una camminata in acqua di 5 minuti.
  • Pettorali – in acqua fino alle spalle, i piedi distanti come il bacino. Solleva le braccia aperte in linea con le spalle, mentre i gomiti rimangono flessi a 90° a filo d’acqua. Espirando chiudi le braccia verso il busto, immergendole completamente e inspirando ritorna nella posizione di partenza.
  • Addominali – gomiti piegati a circa 45°, piedi paralleli e mani unite all’altezza del petto. Espirando distendi le braccia verso il basso e, allo stesso tempo, porta le ginocchia verso il petto. Inspirando riappoggia i piedi sul fondo e ritorna nella posizione di partenza.
  • Cosce – piedi paralleli e vicini, braccia aperte e sollevate all’altezza delle spalle. Espirando, solleva la gamba cercando di portarla parallela al fondale e contemporaneamente chiudi le braccia portandole dietro la schiena. Inspirando ritorna alla posizione di partenza.
  • Interno coscia – braccia distese, espirando dai un calcio laterale sollevando la gamba e tenendo il ginocchio leggermente piegato, mentre spingi le braccia verso il basso. Da eseguire alternando la gamba.
  • Fianchi – con gambe e braccia divaricate alla stessa altezza, fai roteare solo il busto, verso destra e poi verso sinistra. Testa ferma e dritta, con lo sguardo puntato davanti.
  • Glutei – braccia larghe, non in tensione. Porta le ginocchia verso il mento e poi stendendole davanti a te simula una pedalata, come se fossi seduto su una cyclette.
  • Stretching finale – puoi fare qualche esercizio di allungamento in acqua o rilassarti con qualche vasca a rana.

Questo è un esempio di circuito per fare ginnastica in acqua. Sconsigliamo di iniziare un’attività fisica prima di aver consultato il proprio medico. Inoltre, se non hai esperienza, è sempre meglio iscriversi a un corso e affidarsi a un professionista.

Ginnastica in acqua per sentirti in forma

Come tutte le attività fisiche, anche per la ginnastica in acqua è necessaria la costanza e prevedere almeno due sedute di allenamento a settimana. È un’attività molto utile per il tuo corpo, in particolare per chi soffre di dolori alla schiena o dolori muscolari, spesso generati da sovrappeso e posture non corrette.

Inoltre, non ci sono limiti di età. Anzi l’attività fisica in acqua è consigliata a tutti, donne in gravidanza, anziani, disabili e persone che devono fare riabilitazione. È perfetta sia per la semplicità degli esercizi che per l’intensità regolabile dello sforzo.

Trovare il tempo per mantenerti in forma può sembrare impossibile. La vita è così frenetica che fatichi a ritagliarti lo spazio per pensare al tuo benessere fisico. Eppure, è davvero importante che tu ci riesca.

Se le palestre e le tradizionali attività di fitness non riescono a scardinare la resistenza, allora prova con la ginnastica in acqua. I benefici sono numerosi e basteranno poche lezioni per vederne i risultati sul tuo corpo. Senza dimenticare che stare in acqua è un ottimo modo per rilassarti, ricaricare le energie e affrontare i tuoi impegni quotidiani.

Hai ancora dei dubbi? L’unico modo per scoprire se l’esercizio aerobico in acqua funziona davvero è provarlo. Tuffati in questa esperienza, potrebbe diventare la tua nuova passione. Se hai bisogno di una piccola spinta, ecco qualche consiglio per trovare la motivazione giusta: Come iniziare a fare sport e combattere la pigrizia.

persona che attiva un contratto

Attiva ora
la tua fornitura
Bastano solo
2 minuti