Essere imprenditore

Diventare un imprenditore di successo: 7 cose a cui devi rinunciare

Diventare un imprenditore di successo sembra proprio un’idea magnifica. Potrai avviare la tua attività e affermarti. Non dovrai rendere conto a nessuno delle tue decisioni, sarai libero e finalmente guadagnerai di più. Vorremmo tutti che fosse così facile.

Ma il successo imprenditoriale non è mai lineare, né casuale. E non basta desiderare di metterti in proprio per soddisfare le tue aspettative e raggiungere gli obiettivi a cui ambisci. Sono davvero poche le persone di talento che riescono ad avviare un’attività redditizia. Cosa li separa dalla folla?

Serve la giusta mentalità. La consapevolezza che diventare un imprenditore affermato non dipende solo da ciò che fai, ma soprattutto da quello a cui sei disposto a rinunciare.

Dunque, se senti che lo spirito imprenditoriale si sta impadronendo di te, ecco 7 cose a cui devi saper rinunciare se vuoi avere successo. Sono consigli per imprenditori pronti a realizzare la propria visione del futuro. Sei pronto?

Come diventare un imprenditore di successo: la mentalità imprenditoriale

Possedere un’attività e non dipendere da nessuno ti dà un senso di libertà e ti responsabilizza. Puoi costruire la tua visione imprenditoriale e vederla crescere.

Consigli per diventare un imprenditore di successo ne avrai letti un’infinità. Possiamo solo immaginare la confusione che regna sovrana in una pianificazione piena di imprevisti, dubbi e timori. Non è facile essere imprenditori.

Quello che ti serve è un mindset iniziale ben definito che ti permetta di avere le idee chiare ed essere perfettamente consapevole di ciò a cui stai andando incontro.

Sacrifici, difficoltà e problemi non mancheranno. Ma è proprio il modo in cui affronti le avversità che caratterizza una mentalità imprenditoriale vincente da chi invece rinuncia. Non si tratta solo di implementare conoscenze, ma anche di sapere a cosa dover rinunciare per dare una lunga vita al tuo sogno imprenditoriale.

#1 La comfort zone: è tempo di salpare

Essere imprenditore significa accettare che tranquillità e serenità potrebbero vacillare. Al contrario essere dipendenti garantisce una certa sicurezza, quella che fa godere del proprio comfort quotidiano: la comodità del posto fisso non lascia spazio a sorprese.

Ma se vuoi realizzare il tuo sogno imprenditoriale è necessario dire addio a questa comfort zone e varcare la soglia di un nuovo modello lavorativo. Forse, all’inizio, potresti pensare che non sarà così. Ma se vuoi impegnarti a fondo nel tuo sogno, dovrai rinunciare alle comodità del lavoro dipendente.

All’improvviso, nulla sarà più prevedibile: abituati a sentirti a disagio e a gestirlo.

#2 Come diventare un imprenditore di successo? Abbandona le convinzioni limitanti.

Per sviluppare al meglio il tuo spirito imprenditoriale devi rinunciare a tutte quelle convinzioni limitanti che incidono pesantemente sulla tua proattività.

“Per fare soldi serve avere molti soldi”, oppure “per avere successo serve fortuna”. Sono solo due esempi di come la mentalità orientata al guadagno possa influire negativamente sui tuoi pensieri e, di conseguenza, sulle tue azioni.

La fortuna è cibo spazzatura per l’anima. Non riuscirai mai ad avere successo solo perché sei fortunato, o perché qualcuno ti ha dato dei soldi. Certo, tutto aiuta, ma non cambierà il tuo destino. Solo quando ti impegni, dai tutto te stesso e agisci, allora il tuo progetto imprenditoriale prende la strada giusta. Sei tu la tua fortuna.

#3 Non c’è spazio per la pigrizia

Un imprenditore di successo pigro non si è mai sentito. E non ci sarà mai. La pigrizia e l’imprenditorialità si escludono a vicenda. Tuttavia, non sottovalutare l’enorme mole di lavoro che è necessaria per avviare la tua attività.

Se la pigrizia non ti appartiene, e la escludi a priori, fai comunque attenzione. Quando ti rendi conto di quanto impegno è necessario per avviare la tua attività, la fiducia potrebbe vacillare e potresti provare apatia. Non abbatterti, i momenti di sconforto sono dietro l’angolo e cercheranno di fare capolino. Affronta sempre le sfide a testa alta: dai momenti peggiori nascono i migliori insegnamenti.

Come diventare un imprenditore di successo

#4 Dimentica la testardaggine

Per diventare imprenditori occorre lasciare andare il senso di onnipotenza. Rassegnati, non puoi fare tutto in completa autonomia. Saresti un freelance, non un imprenditore, ma anche in quel caso non potresti fare tutto da solo e dovresti rinunciare a molte cose.

Ecco perché chiedere consiglio ai collaboratori ed esternalizzare compiti specifici può essere la scelta giusta per consolidare una maggiore sicurezza imprenditoriale. Circondati di persone che stimi e che possano offrirti le abilità di cui hai bisogno. Sei uno, e per quanto impegno ci metterai, da solo non sarai mai un imprenditore di successo.

#5 Done is better than perfect: fatto è meglio che perfetto

Abbandona la ricerca costante della perfezione. Nessuno è perfetto: se hai dei limiti cerca di lavorarci, chiedi aiuto ed esalta i tuoi punti di forza. Focalizzati sulle decisioni più importanti, quelle che ti portano lontano, e non perderti in dettagli inutili che ti sottraggono forze ed energie.

Smetti di voler essere impeccabile. Il desiderio di perfezione uccide il successo. Agisci. Fai del tuo meglio. Passa all’attività successiva. Ora, sei un passo più avanti verso i tuoi obiettivi.

#6 Mentalità negativa: gettala via

Diventare un imprenditore di successo richiede un atteggiamento positivo. Avviare un’impresa non è mai facile e raramente diventa presto un’attività redditizia.

Ecco perché mantenerti ottimista è fondamentale per proseguire nella tua impresa. Va bene essere realistico, ma un atteggiamento negativo può paralizzarti e alimentare una paura ingiustificata verso il futuro. È impossibile creare un business di successo con questi presupposti.

#7 Abbandona le cattive abitudini

Lavorare sodo non vuol dire dimenticarti di te stesso. Sembra un concetto banale, ma è spesso trascurato. Se vuoi diventare un imprenditore di successo prenditi cura di te.

Soprattutto agli inizi, quando le attività per far decollare l’impresa sono molteplici e il rischio di rimanere al lavoro fino a notte inoltrata potrebbe prendere il sopravvento.

Per continuare a essere carico di energia e gestire al meglio lo stress imprenditoriale ritagliati sempre degli spazi di tempo da dedicare alla tua mente e al tuo corpo. Fallo. È vitale per te e il tuo business.

Come diventare un imprenditore di successo: lascia le zavorre e salpa

Diventare un imprenditore di successo vuol dire essere consapevole di intraprendere una strada piena di insidie e rischi, per realizzare i propri obiettivi. Non è per tutti.

Mettersi in proprio e gestire un’attività richiede un’attenta pianificazione, capacità di leadership, autocontrollo, lungimiranza e consapevolezza di sé. Devi desiderare con ardore e passione di trasformare in realtà le tue ambizioni, i tuoi sogni.

Ma, oltre a tutte le competenze che dovrai acquisire, devi esserti chiaro che il successo non è solo ottenere qualcosa, si tratta anche di saper rinunciare. Senti di poterlo fare? Allora guarda quali sono i tratti distintivi per essere un imprenditore di successo e inizia a dare forma ai tuoi progetti.

persona che attiva un contratto

Attiva ora
la tua fornitura
Bastano solo
2 minuti