Essere imprenditore

Come valutare un Curriculum Vitae

Valutare un Curriculum Vitae in modo efficace è importante per individuare chi possa dare un valore aggiunto alla tua azienda. Ecco alcuni consigli.

Selezionare il personale per la propria impresa richiede un’attenta analisi delle competenze dei candidati e anche una buona dose di intuito: valutare le qualità lavorative ma anche quelle umane della persona è, infatti, basilare.

Come valutare un Curriculum Vitae tra i tanti che si ricevono quando si apre una nuova posizione lavorativa?

Ricorda che non si tratta di una scienza esatta, anzi: spesso entrano in gioco fattori soggettivi nella scelta di un candidato piuttosto di un altro. In questo articolo vedremo alcune indicazioni di massima che possono esserti d’aiuto nella selezione del personale.

Valutare un Curriculum Vitae: informazioni

La valutazione efficace di un CV non può prescindere dalle informazioni che contiene.

Non dimenticare, però, che un curriculum va letto non solo nel contenuto, ma anche nella forma: spesso è lì che si nascondono indicazioni utili per avere una visione più globale del candidato.

Alcuni elementi da considerare per valutare un Curriculum Vitae sono:

  • lunghezza;
  • struttura grafica;
  • originalità;
  • cura dei dettagli (dimensione carattere, tipo di font, colori, ecc);
  • errori grammaticali.

Questi sono fattori che danno al selezionatore una prima impressione generale riguardo il curriculum del candidato e aiutano a fare delle prime valutazioni su di esso.

Anche se le competenze specifiche e il contenuto vero e proprio del CV avranno un peso nettamente maggiore, nei casi di incertezza, tra due o più candidati, questi fattori possono fare la differenza: preferire un profilo rispetto a un altro passa anche da questo tipo di informazioni.

Come valutare un Curriculum Vitae? Lettera di presentazione!

Per valutare un curriculum vitae è importante poter leggere la lettera di presentazione. È il modo di stabilire un primo contatto con l’azienda attraverso qualcosa di più dinamico e personale, rispetto al CV.

Riceverla, per l’impresa, è quasi d’obbligo, anche perché aiuta a valutare un Curriculum Vitae in modo più completo. Ecco alcune caratteristiche che deve avere la lettera di presentazione:

  • Originale. Molti inviano modelli standard a tutte le aziende che hanno una posizione lavorativa aperta, ma il candidato deve dimostrare di essere realmente interessato alla tua impresa. Ricevere un testo senza neanche un riferimento specifico fa capire al selezionatore che si tratta di una lettera copia-incolla, riciclata più volte.
  • Sintetica. Gli elementi essenziali devono essere spiegati in modo completo e chiaro ma anche sintetico. I testi troppo lunghi spesso fanno perdere tempo ai selezionatori, specie se non contengono informazioni che diano un effettivo valore aggiunto nella valutazione del candidato.
  • Non (troppo) autoreferenziale. Nella valutazione ricordati di distinguere le informazioni realmente utili da quelle troppo autoreferenziali. Un esempio? Accennare a qualche corso universitario in linea con la posizione richiesta può essere un elemento interessante, parlare dei voti di ogni singolo esame no!
come-valutare-un-curriculum
Come valutare un Curriculum Vitae in modo efficace: alcuni consigli

Cosa non deve mancare in un Curriculum Vitae

Cosa non deve mancare in un Curriculum Vitae? A volte la fretta o la distrazione possono portare i candidati a commettere gravi dimenticanze.

Eccone alcune:

  • Il curriculum stesso. Molti prestano talmente tanta attenzione alla lettera di presentazione che poi dimenticano di allegare il CV. In ogni caso non fermarti alle apparenze: nulla ti evita di segnalare la cosa al candidato, specie se il testo è ben curato e ti ha colpito in modo particolare per qualche aspetto specifico. Sarà un gesto di correttezza che lui apprezzerà particolarmente e, inoltre, sarai certo di non farti sfuggire una possibile risorsa per la tua azienda.
  • Foto. Talvolta i candidati sottovalutano l’importanza della foto da allegare insieme al CV, ma per una valutazione completa del curriculum non si tratta di un aspetto secondario. L’immagine, spesso, fornisce molte informazioni anche sulla persona stessa, sulla sua professionalità o sul suo modo di essere: la prima impressione non è quella che conta ma, comunque, incide.
  • Competenze. A volte il Curriculum Vitae è completo in ogni sua parte, tranne che per le competenze lavorative. Spesso i candidati si concentrano più sulle esperienze passate, sulle società per cui hanno lavorato, ma non forniscono un quadro preciso delle loro qualità e del valore aggiunto che sono in grado di offrire. Non lasciarti fuorviare dai nomi altisonanti delle imprese passate: per valutare un CV in modo efficace assicurati che le competenze siano chiare e coerenti con il profilo che stai cercando.
  • Trattamento dei dati personali e firma. Questi sono elementi che non devono mai mancare in fondo al curriculum: senza l’autorizzazione ai dati presenti nel CV, coperti e tutelati dalla legge sulla Privacy, l’azienda non può utilizzarli e, di conseguenza, non può contattare il candidato.

Gruppo Sinergy è alle ricerca di nuove figure lavorative. Vuoi entrare a far parte del nostro team? Visita subito la sezione lavora con noi del sito!

persona che attiva un contratto

Attiva ora
la tua fornitura
Bastano solo
2 minuti